23.4 C
Figline Valdarno
giovedì, Luglio 18, 2024

Calcit Valdarno Fiorentino

Piazza XXV Aprile 12) Figline Valdarno
Tel. 055.952130 info@calcitvaldarnofiorentino.it www.calcitvaldarnofiorentino.it
Per donare al Calcit Valdarno Fiorentino il 5 per mille inserire il codice 94118800484 nella dichiarazione dei redditi

Il libro di Sara, domenica a Palazzo Pretorio il racconto di una figlinese che ce l’ha fatta

“Nel mezzo del caos, c’è anche l’opportunità”. Il proverbio cinese (Sun Tzu) citato da Sara Romoli nel suo libro, rappresenta la sintesi perfetta di ciò che è accaduto nella sua vita, o meglio “Tante vite per un sogno” come recita il titolo della sua prima fatica editoriale. Dopo una grave malattia, oggi superata, Sara ha scritto la sua autobiografia “a scopo terapeutico” proprio per superare la fase più drammatica della sua vita. Ma il libro è solo “L’inizio”, perché questo volume è il primo di una trilogia che si completerà nei prossimi mesi con l’uscita degli altri due capitoli (“Il sogno” e “La fine che è solo l’inizio”).

Il libro scritto da Romoli, già in vendita su Amazon, è dedicato a parrucchiere Marco Masini, alla giornalista Beatrice Torrini e a Gregorio Pagliucoli, tutti valdarnesi, ex compagni di classe e amici di Sara, che sono scomparsi prematuramente nell’arco degli ultimi anni. I proventi riservati all’autrice andranno ad Adele Pagliucoli, la figlia di Gregorio che ha recitato anche nel book-trailer di lancio del libro.

“Questa è una storia profondamente personale – racconta Sara – È la storia di come, attraverso vite imprevedibili e diverse, io sia diventata ciò che sono oggi”. Una storia pazzesca, iniziata nei primi anni Duemila, quando la giovane Romoli lasciò Figline per New York, con soli 500 dollari in tasca e con poca padronanza dell’inglese. Oggi vive ancora in America, dove si è sposata e lavora come agente immobiliare.

La copertina del libro di Sara Romoli che sarà presentato a Palazzo Pretorio domenica 3 dicembre, alle ore 17

Vent’anni dopo l’inizio del suo viaggio, Romoli torna a Figline per raccontare la sua esperienza nella Grande Mela, dove ha lavorato come segretaria, come addetta al marketing, come fotomodella, stilista e autrice televisiva. Di lei, alcuni anni fa, si erano anche occupati i maggiori quotidiani italiani dopo che aveva autoprodotto e venduto con grande successo un proprio calendario fotografico, realizzato per potersi pagare gli studi in criminologia, da sempre la sua grande passione.

Domenica 3 dicembre (ore 17) il volume “Tante vite per un sogno -L’inizio” sarà presentato al Palazzo Pretorio, alla presenza della stessa autrice, nel corso di un incontro moderato da Silvestro Neri. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Figline e Incisa Valdarno

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI