20.1 C
Figline Valdarno
martedì, Maggio 28, 2024

Calcit Valdarno Fiorentino

Piazza XXV Aprile 12) Figline Valdarno
Tel. 055.952130 info@calcitvaldarnofiorentino.it www.calcitvaldarnofiorentino.it
Per donare al Calcit Valdarno Fiorentino il 5 per mille inserire il codice 94118800484 nella dichiarazione dei redditi

Lingua dei segni e interpreti nei servizi sanitari, un aiuto per chi è sordo

VALDARNO ARETINO – La Conferenza dei Sindaci del Valdarno aretino ha incontrato ieri nella Sala consiliare di Terranuova la sezione di Arezzo dell’Ente nazionale sordi. È stata questa l’occasione per conoscere le difficoltà riscontrate dai non-udenti nella fruizione dei servizi sanitari locali.

“È stato un importante momento di condivisione di quelle che sono le problematiche vissute dalle persone affette da sordità – ha detto il Presidente della Conferenza dei Sindaci nonché primo cittadino terranuovese, Sergio Chienni – negli uffici pubblici, nei presidi ospedalieri e negli ambulatori.

Un sincero ringraziamento al Presidente dell’Ente nazionale sordi di Arezzo, Patrizio Sisti, per averci fornito gli elementi sui quali lavorare, insieme all’azienda sanitaria e agli amministratori del Valdarno, con l’obiettivo di giungere a soluzioni capaci di migliorare la qualità della vita nella fruizione dei servizi sanitari”.

All’incontro, oltre i Sindaci e gli amministratori che compongono la Conferenza, erano presenti la Direttrice della zona distretto Valdarno, Stefania Magi, la direttrice del presidio ospedaliero de La Gruccia, Patrizia Bobini e il direttore amministrativo Usl Toscana Sud Est Francesco Ghelardi.

Le questioni affrontate riguardano innanzitutto il primo intervento sanitario in caso di necessità, ovvero la possibilità di comunicare efficacemente con il personale sanitario del Pronto soccorso e del 118. Tra l’altro – è stato sottolineato durante la seduta – nei mesi di pandemia Covid l’uso della mascherina come dispositivo di protezione ha peggiorato la relazione tra utente e operatore sanitario impedendo di fatto la lettura del labiale come strumento di comprensione.

“Insieme all’Usl – ha aggiunto il sindaco Chienni – è stato assunto l’impegno per dare delle risposte ad un bisogno fondamentale, organizzando dei corsi di formazione elementare nella lingua dei segni per imparare a capire i bisogni e prevedendo quando necessario la presenza di un interprete”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI