17.6 C
Figline Valdarno
martedì, Maggio 28, 2024

Calcit Valdarno Fiorentino

Piazza XXV Aprile 12) Figline Valdarno
Tel. 055.952130 info@calcitvaldarnofiorentino.it www.calcitvaldarnofiorentino.it
Per donare al Calcit Valdarno Fiorentino il 5 per mille inserire il codice 94118800484 nella dichiarazione dei redditi

Montanino, pista ciclabile nel nome del campione scomparso

A Montanino c’erano campioni di ciclismo, e anche semplici appassionati, tutti richiamati nella frazione di Reggello dal ricordo di un atleta ancora amato da tutti, a cinque anni dalla sua tragica scomparsa. Il nome di Michele Scarponi da oggi è inciso sulla sede ciclabile della nuova pista protetta che da Montanino porta a Prulli. Al taglio del nastro, a fianco del sindaco Giunti, dell’Assessore Del Sala e della sindaca di Pontassieve Marini (in rappresentanza della Città Metropolitana) e del consigliere regionale Benucci, c’erano anche Giacomo e Marco Scarponi, rispettivamente padre e fratello del campione scomparso.

Pista ciclabile Michele Scarponi a Montanino

Tra l’altro Marco Scarponi è il presidente della Fondazione Scarponi che si occupa di mobilità sostenibile e sicurezza stradale. Tra i presenti anche Leonardo Gigli, presidente del comitato provinciale della Federazione Ciclistica Italiana. Tra i tanti ciclisti giunti a Montanino (compresi Gabriele Mugnaini e Enzo Ragnini) spiccava la presenza di Gilbero Simoni, vincitore del Giro d’Italia nel 2001 e nel 2003.

Enzo Ragnini (ex Campione Italiano esordienti) con Gilberto Simoni, vincitore di due Giri d’Italia

Anche Michele scarponi aveva vinto la celebre “corsa rosa” nel 2011. E prima ancora la Tirreno-Adriatico del 2009. Tanti successi e tante imprese sportive collezionate prima di schiantarsi con la bici contro un camioncino guidato – per tragica fatalità – proprio da un suo tifoso. L’uomo che provocò quell’incidente non si riprese mai dal dolore e dal rimorso per quanto accaduto – “Non l’ho visto, non l’ho visto” ripeteva agli amici – tant’è che in pochi mesi gli fu diagnosticato un tumore che l’anno successivo lo portò alla morte.

Proprio per evitare tragedie come quella avvenuta a Filottrano il 22 aprile del 2017, la fondazione Michele Scarponi si batte per la sicurezza stradale. E la ciclopista inaugurata il 23 ottobre a Montanino è un’opera che va in quella direzione, creando un apposito spazio lungo la strada comunale, riservato proprio alla cosiddetta “utenza debole”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI