12.9 C
Figline Valdarno
venerdì, Febbraio 23, 2024

Calcit Valdarno Fiorentino

Piazza XXV Aprile 12) Figline Valdarno
Tel. 055.952130 info@calcitvaldarnofiorentino.it www.calcitvaldarnofiorentino.it
Per donare al Calcit Valdarno Fiorentino il 5 per mille inserire il codice 94118800484 nella dichiarazione dei redditi

Nasce “Casa Pogi”, Bucine ospiterà una nuova struttura per anziani

BUCINE –

Si chiamerà Casa Pogi la nuova struttura per anziani che sorgerà nel territorio di Bucine: grazie a 820.000 euro finanziati dal Pnrr (piano nazionale di ripresa e resilienza) il comune valdarnese si doterà di un ulteriore centro sociosanitario per persone non autosufficienti.

“La struttura di proprietà comunale – spiega Nicola Benini, sindaco di Bucine – si trova a Pogi, in via Montessori, e prima dell’avvento del Covid ospitava un centro diurno. Tuttavia, le normative e i protocolli, applicati in seguito alla pandemia, hanno obbligato a dover rivedere l’utilizzo di quei locali. Grazie al finanziamento che siamo riusciti a intercettare, possiamo finalmente procedere con un nuovo progetto alla trasformazione della struttura in singoli appartamenti protetti e pensati per anziani fragili. Attraverso la riqualificazione infrastrutturale dell’intero complesso, costituito dall’edificio che prima ospitava il centro diurno e degli appartamenti attigui fino ad oggi destinati all’emergenza abitativa, con l’aggiunta di una importante e innovativa dotazione di telemedicina e domotica, sarà garantita agli ospiti la massima autonomia e indipendenza in un contesto familiare di co-housing”.

La struttura, secondo il progettodel comune e della Conferenza dei sindaci del Valdarno che ha ottenuto fondi del Pnrr, sarà dotata di spazi comuni con una sala polivalente per le attività di socializzazione degli ospiti, una cucina, un bagno assistito, un giardino e anche un orto oltre a un ambulatorio-ufficio. Sono previste poi camere singole con bagno: ogni ospite potrà utilizzare il servizio lavanderia

L’assistenza medica sarà garantita dai Medici di Medicina Generale, dal servizio infermieristico del territorio, dalla telemedicina, da un braccialetto elettronico per tele-soccorso e per misurazione parametri vitali, da un collegamento al 118 e dalla geriatria del territorio. Il finanziamento copre anche i costi per il primo anno di gestione della struttura.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI