9.7 C
Figline Valdarno
lunedì, Aprile 22, 2024

Calcit Valdarno Fiorentino

Piazza XXV Aprile 12) Figline Valdarno
Tel. 055.952130 info@calcitvaldarnofiorentino.it www.calcitvaldarnofiorentino.it
Per donare al Calcit Valdarno Fiorentino il 5 per mille inserire il codice 94118800484 nella dichiarazione dei redditi

Ciucchi avvisa il Pd: “Senza il Pronto Soccorso, Azione ne trarrà le conseguenze”

Nel momento della sua elezione a segretario comunale di “Azione”, Umberto Ciucchi ha inviato un avviso chiaro al Pd sul tema del Serristori e in particolare sulla tanto attesa riapertura del Pronto Soccorso. Non è un avvertimento di poco conto, visto che Ciucchi è a Figline anche il capogruppo del partito di Calenda ‘Per Figline e Incisa in Azione’ che sorregge la giunta comunale guidata da Giulia Mugnai.

Le parole di Ciucchi sono chiare: se non si sblocca la vicenda del Pronto Soccorsonon potremmo che avviarci, e anche il PD locale ne è consapevole, a sviluppare conclusioni politiche conseguenti”.

Anche se non lo scrive, le frasi di Ciucchi paventano una crisi nella maggioranza qualora la vicenda del Pronto Soccorso non si sblocchi nel giro di un paio di mesi.

Le considerazioni di Ciucchi, che sono una sorta di ultimatum politico al Pd, sono arrivate nella parte conclusiva della relazione del neo segretario, tutta incentrata sulla sanità territoriale e in particolar su quella che lo stesso Ciucchi ha definito “la madre di tutte le battaglie” che rappresenta “la vera sfida per tutte le forze politiche del territorio, ovvero l’ospedale Serristori”.

Il neo segretario comunale di Azione (Del direttivo, oltre al segretario Ciucchi, ne fanno parte: Giampaolo Mazzoni, Franco Berti, Simone Cellai, Annamaria Bianco, Matteo Nocentini, Anthony Argentieri, Ivan Stalio, Ruggero Turrini, Federico Margiacchi, Andrea Mangano) all’inizio del suo intervento ha salutato “come un successo di questa amministrazione la realizzazione e l’apertura della casa della salute e dell’ospedale di comunità perché amplieranno la qualità delle prestazioni ed i servizi ai cittadini”, ma, ha poi aggiunto Ciucchi “quello che deve essere chiaro e che questo territorio non può prescindere dal ruolo del Serristori come ospedale di base con funzioni di pronto soccorso, così come era stato del resto previsto dalla delibera della giunta regionale n. 886 delle 13 luglio 2020”.

“Per questo – prosegue il segretario di ‘Azione’ e capogruppo di ‘Per Figline e Incisa in Azione’ – c’è bisogno di fare chiarezza, molta chiarezza, su quello che è avvenuto negli ultimi mesi, al livello della politica regionale”.

Guardiamo i fatti, scrive ancora Ciucchi:

“Il 18 febbraio di quest’anno il consiglio regionale della Toscana ha approvato, a larga maggioranza, una mozione con la quale si sollecita la Giunta regionale a provvedere alla riapertura del pronto soccorso del Serristori”.

“Il 28 febbraio, 10 giorni dopo la mozione del Consiglio, la Giunta regionale per tutta risposta, revoca la precedente delibera 886 del 2020 provvedendo ad una nuova programmazione ospedaliera in conformità agli standard previsti dal d.m. 70 del 2015, in virtù della quale il pronto soccorso del Serristori viene declassato a primo soccorso”.

“Il 7 aprile il presidente della regione Eugenio Giani, in visita istituzionale al Serristori, insieme al direttore dell’Asl Morello, afferma che il Pronto soccorso verrà riaperto per i codici minori ad inizio estate in funzione H12”.

“Cinque giorni dopo, in una intervista alla Nazione, il direttore dell’Asl Morello dichiara che il Serristori disporrà non di un pronto soccorso con medico dedicato, bensì di un punto di primo soccorso gestito dal 118”.

 “A questo punto – puntualizza Ciucchi – diciamo con molta forza che questo teatrino della politica sull’ospedale Serristori non è più sopportabile per nessuno e comunque, non è più sopportabile per noi. Questo deve essere chiaro! Ci aspettiamo per tanto, che le parole del presidente Giani vadano a formalizzarsi in atti amministrativi concreti da parte della giunta regionale, nella direzione di confermare gli impegni assunti: quelli cioè, di procedere alla riclassificazione del Serristori come ospedale di base, programmando intanto, la riapertura del pronto soccorso h 12 per codici minori entro l’inizio dell’estate”.

“Il nostro gruppo politico ‘Per Figline e Incisa in Azione’ – conclude Ciucchi – fino a fine giugno, continuerà a battersi per il rispetto degli impegni presi verso la nostra amministrazione comunale e con quelle degli altri comuni del valdarno fiorentino, dopo di che, qualora si proseguisse a smentirli o disattenderli non potremmo che avviarci, e anche il PD locale ne è consapevole a sviluppare conclusioni politiche conseguenti”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI