7.4 C
Figline Valdarno
sabato, Febbraio 24, 2024

Calcit Valdarno Fiorentino

Piazza XXV Aprile 12) Figline Valdarno
Tel. 055.952130 info@calcitvaldarnofiorentino.it www.calcitvaldarnofiorentino.it
Per donare al Calcit Valdarno Fiorentino il 5 per mille inserire il codice 94118800484 nella dichiarazione dei redditi

Pronto Soccorso, ‘IdeaComune’ chiede alla Giunta: “Si riparte dalla manifestazione popolare?”

L’associazione politico culturale “ideaComune” – da sempre molto attiva sul tema della difesa del Serristori – ha diffuso oggi una nota nella quale viene fatto il punto della situazione relativamente alla questione del Pronto Soccorso. Successivamente, all’interno dello stesso documento, vengono poste un paio di domande all’Amministrazione municipale di Figline Incisa in merito alle prese di posizione che verranno assunte in futuro dal Comune.

“Sul Pronto Soccorso al Serristori, come in un gioco dell’oca ci si ritrova al punto di partenza” sintetizza ideaComune, che poi ripercorre per sommi capi i fatti avvenuti negli ultimi mesi, ovvero: le petizioni popolari portate avanti da Calcit, Comitato per il Serristori e dalla stessa ideaComune, poi l’adesione alla raccolta firme dei gruppi consiliari di maggioranza e l’approvazione in Comune di un documento di appoggio alla prossima manifestazione popolare per riaprire il Pronto Soccorso. Quindi le parole di speranza pronunciate un paio di settimane fa dal presidente della Regione Eugenio Giani e ben accolte dal Comune di Figline Incisa: “L’ospedale Serristori riavrà il pronto soccorso”, poi la richiesta di chiarimento avanzata da IdeaComune “Alle parole seguano i fatti concreti” e infine l’immediata retromarcia dell’Azienda sanitaria, che per bocca del direttore generale Morello specificava “Nessun pronto Soccorso al Serristori, solo un punto di primo soccorso gestito dal 118”. Una precisazione ritenuta inaccettabile dalla sindaca Mugnai, memore delle parole di Giani: “Sul Serristori gli impegni vanno mantenuti”.

Una volta tornati al punto di partenza, ideaComune chiede ora alla Giunta comunale di essere coerente con il documento approvato dalla maggioranza il 10 febbario di quest’anno. A questo proposito ideaComune precisa la sua posizione: “Abbiamo già scritto che per l’Amministrazione Comunale ‘essere parte attiva in una mobilitazione pubblica’ per il Serristori ha senso se, e solo se, l’iniziativa viene accompagnata da un confronto serrato con la Regione Toscana che è il luogo dove devono essere prese decisioni in merito. Ricordiamo che il partito che esprime la Sindaca di Figline e Incisa Valdarno è lo stesso che esprime il Presidente della Regione Toscana. Ricordiamo che le forze politiche presenti in Consiglio Comunale a Figline e Incisa sono presenti anche in Regione Toscana. E molte delle forze politiche presenti in Consiglio Comunale siedono anche in Parlamento e, in alcuni casi, governano anche insieme. Cosa sono disposti a fare l’amministrazione comunale e tutti i consiglieri comunali per convincere i ‘colleghi’ regionali a votare gli atti necessari alla riapertura del Pronto Soccorso al Serristori? Un’ultima domanda. Chi è che decide cosa si deve fare: Giani o Morello? (Ricordiamo che il primo è il Presidente della Giunta Regionale, il secondo è nominato dal Presidente della Giunta Regionale)”

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI