17.7 C
Figline Valdarno
domenica, Giugno 23, 2024

Calcit Valdarno Fiorentino

Piazza XXV Aprile 12) Figline Valdarno
Tel. 055.952130 info@calcitvaldarnofiorentino.it www.calcitvaldarnofiorentino.it
Per donare al Calcit Valdarno Fiorentino il 5 per mille inserire il codice 94118800484 nella dichiarazione dei redditi

Gruccia, per l’8 marzo nuovo mammografo e l’evento “Dalla parte di lei”

In occasione della festa dell’8 marzo saranno due i momenti dedicati alla salute della donna presso l’ospedale della Gruccia di Montevarchi: durante la mattina si terrà l’inaugurazione del nuovo mammografo presso la radiologia del presidio sanitario valdarnese, mentre nel pomeriggio (ore 17, sala Paul Harris) l’attenzione sarà rivolta ad un aspetto particolare della malattia oncologica.

“Proviamo a metterci dalla ‘Parte di lei’ – commenta la direttrice della Uosd Oncologia Valdarno Simona Scali – Il titolo dell’iniziativa è ripreso da quello di un famoso romanzo di Alba de Cespedes che ci offre lo spunto per riflettere sulla duplice accezione di questa espressione. Mettersi dalla parte di qualcuno può voler dire sia mettersi al fianco, prenderne le parti, sostenerlo. Ma può anche voler dire mettersi nei suoi panni, ascoltare il suo punto di vista, provare ad immaginare cosa prova quella persona in una determinata circostanza. Ci vogliamo quindi mettere dalla parte della paziente oncologica sia per sostenerla che per comprenderla quando la malattia e le cure provocano un cambiamento estetico tale da comportare anche degli importanti risvolti negativi psicologici e sociali”.

Interverranno nel corso del pomeriggio la dottoressa Sara Archinucci, psiconcologa e psicoterapeuta che aiuterà a comprendere perchè il cambiamento fisico ha un effetto psico-sociale così dirompente.

L’estetista di A.P.E.O. (Associazione Professionale di Estetica Oncologica) Gaia Tilli che da anni presta la sua opera gratuitamente per l’associazione ANDOS Valdarno e per le pazienti durante e dopo le cure oncologiche, lei parlerà del ruolo dell’estetista in oncologia e dell’ormai storico progetto “T’ insegno un trucco: vedersi bene per sentirsi meglio”.

Infine, un focus dell’infermiera dottoressa Laura Sisi sulla prevenzione dell’alopecia da chemioterapia: “L’8% delle donne – conclude Scali – rifiuta le cure a causa di questo effetto collaterale che viene vissuto come il più stressante, proviamo a raccontare quali sono le tecniche a disposizione per limitarlo”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI