16.9 C
Figline Valdarno
martedì, Maggio 21, 2024

Calcit Valdarno Fiorentino

Piazza XXV Aprile 12) Figline Valdarno
Tel. 055.952130 info@calcitvaldarnofiorentino.it www.calcitvaldarnofiorentino.it
Per donare al Calcit Valdarno Fiorentino il 5 per mille inserire il codice 94118800484 nella dichiarazione dei redditi

Calcit, un defibrillatore e tanta commozione nel ricordo di “Memo”

Che la luce risplenda sempre negli occhi di chi dona“. Con queste parole la parrocchia figlinese di San Biagio ha voluto ringraziare il Calcit Valdarno Fiorentino “Per aver donato un defibrillatore alla comunità, un presidio importantissimo al fine di garantire sicurezza nei centri estivi e in parrocchia”. La frase è contenuta in una targa ricordo che è stata consegnata a Mario Bonaccini – presidente della Onlus di Figline Valdarno -nel corso della cerimonia di consegna del dispositivo elettromedicale, che ha preceduto di qualche minuto il “Pranzo per la vita” organizzato a Torsoli con oltre 170 partecipanti.

I tavoli con una parte dei partecipanti al “Pranzo per la Vita” organizzato a Torsoli dalla parrocchia di San Biagio

L’apparecchio consegnato al parroco di San Biagio, don Flavio Banchelli, è utile per il ripristino del normale ritmo cardiaco nei soggetti colpiti da un’aritmia. Lo strumento fa parte della dotazione che era richiesta nell’ambito del progetto “Animiamo in sicurezza”, iniziativa che ha permesso l’acquisto di un defibrillatore, di uno zaino di emergenza e la partecipazione ai corsi di formazione Bls­D per tutti gli animatori dei campi estivi. In pratica la nuova attrezzatura fornirà una sicurezza in più per i cento ragazzi (delle scuole elementari e medie) che parteciperanno ai ‘campi’ che hanno preso il via proprio nella bella struttura di Torsoli, posta sul crinale che sovrasta l’abitato di Lucolena.

Gli animatori dei Campi estivi organizzati a Torsoli dalla parrocchia di San Biagio a cui partecipano un centinaio di ragazzi

Non sono mancati momenti di commozione nel momento in cui Marta Bernacchioni, responsabile degli animatori, ha ricordato Adelmo “Memo” Margiacchi, scomparso pochi giorni fa.

Matteo e Gregorio, i nipoti di Adelmo Magiacchi, durante il commosso ricordo di “Memo”

Proprio i nipoti di Memo, Matteo e Gregorio, a nome di tutta la parrocchia, si erano rivolti al Calcit nella speranza di ottenere il tanto agognato defibrillatore prima dell’inizio dei campi estivi. “Non pensavo di dedicare questa giornata al mio amico Memo” ha detto il presidente del Calcit, Mario Bonaccini, trattenendo a stento le lacrime, mentre spiegava ai partecipanti al “Pranzo per la vita” le finalità del Calcit, che oltre al sostegno del D.H oncologico, comprendono anche tutte le iniziative che sono possibili per la sicurezza delle persone.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI