12.2 C
Figline Valdarno
sabato, Febbraio 24, 2024

Calcit Valdarno Fiorentino

Piazza XXV Aprile 12) Figline Valdarno
Tel. 055.952130 info@calcitvaldarnofiorentino.it www.calcitvaldarnofiorentino.it
Per donare al Calcit Valdarno Fiorentino il 5 per mille inserire il codice 94118800484 nella dichiarazione dei redditi

Calcit, pieno successo della cena solidale al Circolo Arci Stecco

Tutto esaurito e pieno successo per la cena pro Calcit che è stata organizzata il 24 febbraio nella frazione Stecco del Comune di Figline e Incisa. La cena di solidarietà, che serviva a raccogliere contributi per sostenere l’impegno della Onlus di Figline a favore dei malati oncologici, era stata organizzata in collaborazione con il circolo Arci Stecco.

All’iniziativa ha preso parte anche una numerosa rappresentanza dell’Amministrazione comunale, a cominciare dalla sindaca Giulia Mugnai, che era accompagnata dal presidente del Consiglio Comunale, Federico Cecoro, dagli assessori Dario Picchioni e Francesca Farini e dalla consigliera di maggioranza Silvia Fossati.

Mario Bonaccini, presidente del Calcit Valdarno Fioretino, dopo aver ringraziato tutti i presenti alla cena di solidarietà, ha ricordato brevemente gli scopi dell’iniziativa e anche l’intensa attività svolta dalla Onlus di Figline nel campo dell’assistenza ai malati oncologici e non solo. Alla fine del suo intervento Bonaccini ha confermato la continua attenzione che l’associazione da lui presieduta pone sulla questione del Serristori (Struttura in cui, peraltro, il Calcit sostiene direttamente le spese per parte del personale operante nel D.H. Oncologico), soprattutto in riferimento alla travagliata questione del Pronto Soccorso, di cui il Calcit chiede da tempo la riapertura. Un passaggio, questo, che ha ottenuto un esplicito consenso della sala.

Bonaccini ha infine ringraziato tutti i volontari del circolo Arci Stecco, i quali hanno avuto il merito di organizzare una cena con i fiocchi, come ha dimostrato il pieno apprezzamento dei partecipanti per menù prsentato, completamente intonato alla stagione invernale. Menù che prevedeva la partenza con un vero classico della cucina locale: penne al ragù toscano. Anche il secondo piatto era ispirato alla tradizione culinaria di stagione con arrosto misto girato e fegatelli cotti al forno a legna, accompagnati da insalata mista. Poi il dolce da manuale: Mille Foglie con crema chantilly.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI